Archivio dell'autore: Max Manis

Sintomi del tunnel carpale e rimedi naturali

Ciao, mi chiamo Max Manis, un uomo che, dopo averle provate di tutti i colori, è riuscito a riconoscere in tempo i sintomi del tunnel carpale senza ricorrere all’intervento chirurgico, utilizzando rimedi naturali. In questa pagina voglio darti delle indicazioni pratiche per capire subito quali sono i sintomi più comuni e come ottenere un sollievo immediato dal dolore al polso ed alle dita della mano.

Ti fornirò inoltre alcuni esercizi pratici per ottenere un sollievo immediato alla sofferenza che ti attanaglia giorno e notte, anche io l’ho provata per molto tempo e so cosa significa. Sono riuscito infatti a “scovare” degli esercizi che mi hanno permesso di iniziare a provare meno dolore, fino a quando ho elaborato e messo assieme un percorso step by step per riuscire a individuare i sintomi del tunnel carpale e lavorare alla radice del problema, ritrovando la libertà perduta in maniera totale.

Vediamo adesso nel dettaglio quali sono i sintomi del tunnel carpale.

Voglio darti subito delle indicazioni pratiche per capire quali sono i sintomi del tunnel carpale più comuni e come ottenere un sollievo immediato dal dolore al polso ed alle dita della mano. Vediamo allora come si sviluppa il processo che porta al fastidioso problema. Tutto inizia poco a poco, formicolio, intorpidimento, bruciore o prurito al palmo della mano e nelle dita, soprattutto il pollice, l’indice e il medio.

Man mano che i sintomi peggiorano, il formicolio, bruciore, intorpidimento e/o prurito possono farsi sentire durante tutto il giorno, anche la forza di presa della mano inizia a calare, si fa fatica ad effettuare alcune semplici attività manuali. Un altro modo per capire meglio da soli se si hanno i sintomi del tunnel carpale è vedere se queste sensazioni di fastidio si manifestano inizialmente spesso solo di mattino o di sera e se il fastidio arriva anche fino all’avambraccio.

Dolore e fastidio al livello del polso sono i classici sintomi del tunnel carpale
Tuttavia, per ottenere la sicurezza di avere i sintomi del tunnel carpale, è importante effettuare l’esame obiettivo neurologico e l’esame EMG/ENG (elettromiografico/elettroneurografico).
Dopo aver consultato il medico ed aver appurato la gravità del tunnel carpale puoi svolgere un semplice esercizio per ottenere sollievo immediato, ideato da un dottore dell’università di Oklaoma, il signor Housang Seradge, provalo e sperimenta la sensazione di benessere.

Ecco il video con un semplice esercizio per ottenere subito un sollievo al problema del tunnel carpale.

Quest’esercizio è particolarmente indicato se i dolori sono presenti maggiormente nelle dita, eccolo nel dettaglio.

  • Mano verso l’alto.
  • Le dita come un gancio in giù verso il palmo.
  • Estendi le dita verso l’alto.
  • Fai il pugno.
  • Estendi le dita verso l’alto.
  • Fai un angolo retto con le nocche.
  • Estendi le dita verso l’alto.
  • Le dita come un gancio fino alla fine del palmo.
  • Estendi le dita verso l’alto.

Nota bene -> ora ripeti il processo dalle 3 alle 5 volte.

Dopo aver visto insieme l’esercizio voglio darti alcune informazioni che forse non conosci sul tunnel carpale.

Quello che ti sto per dire potrebbe scioccarti un pò, ma è importante che tu ne venga a conoscenza per poter scegliere liberamente quale rimedio seguire. Per dirla in breve, i sintomi del tunnel carpale iniziano a manifestarsi quando il nervo mediano viene compresso al livello del polso nella zona del tunnel carpale, peccato che quasi nessuno tenga in considerazione che questo nervo arriva dalla cavità ascellare (l’ascella) e giunge alla mano innervando il pollice, l’indice, il medio, più una parte dell’ anulare.

Se togli le tensioni e compressioni nei posti in cui passa il nervo prima della zona del carpale, l’80% dei sintomi del tunnel carpale che causano fastidi alla mano e al polso non li senti più. Nelle mie ricerche volevo capire quali sono le possibili conseguenze dei metodi comuni per risolvere la sindrome del tunnel carpale, e ho tratto alcune conclusioni che ti possono aiutare a rivedere l’idea dell’ intervento chirurgico. Voglio mostrarti i vantaggi e gli svantaggi dell’intervento e perché invece optare per i rimedi naturali.

Vediamo quali sono i vantaggi dell’intervento chirurgico.

  • Intervento breve, 10 – 15 minuti circa, veloce e indolore.

Vediamo adesso quali sono gli svantaggi dell’intervento chirurgico.

  • Prima di tornare operativi bisogna comunque fare un percorso di riabilitazione che può durare anche svariati mesi (in alcuni casi anche 6 mesi – 1 anno) per tornare operativi al 100% e non sentire più i sintomi del tunnel carpale.
  • E’ difficile recuperare al 100% la forza della mano, bisogna esserne consapevoli al contrario rispetto ai rimedi naturali di cui si parla in questo sito.
  • La mano può rimanere gonfia, arrossata e può fare male muoverla anche dopo 2 mesi in certi casi.
  • L’ ‘intervento provoca una cicatrice sul polso con la conseguenza che questa si farà sentire a lungo andare, (può essere tra mesi o qualche anno), dato che è tessuto connettivo puro molto rigido che attira verso di se i tessuti circostanti;
  • In rari casi, possono esserci complicazioni peggiori che vanno ad aggravare i sintomi del tunnel carpale come scosse, freddo, gelido e dolori che non passano senza antidolorifici, con la conseguenza di stare peggio di prima e dover impasticcarsi di creme, pomate, antidolorifici e tutte sostanza chimiche che si sa, mai fanno bene al proprio corpo, soprattutto se in quantità elevatissime.

Vediamo adesso quali sono i vantaggi di adottare dei rimedi naturali al tunnel carpale.

  • Non immetti nel tuo corpo sostanze chimiche.
  • Fai solo esercizio fisico (e ti puoi fermare quando vuoi se senti male).
  • Correggi abitudini sbagliate che ti hanno portato ad aumentare le probabilità per cui hai iniziato ad avvertire i sintomi del tunnel carpale.

E l’unico svantaggio dei rimedi naturali è che.

  • Ci vuole costanza, tempo e tenacia.

Adesso che hai ben in chiaro quali rischi puoi correre affidandoti all’intervento chirurgico, sai che devi giocare di anticipo appena sopraggiungono i primi sintomi del tunnel carpale ed adottare le terapie adeguate. Per avere altre informazioni riguardanti l’intervento al tunnel carpale, ti invito a leggere l’articolo direttamente da qui.

Ti elenco adesso i possibili rimedi naturali da applicare appena si manifestano i primi sintomi del tunnel carpale.

  • La Curcuma, una comune spezia da cucina che contiene una sostanza che può ridurre l’infiammazione.
  • La Boswellia, una resina degli alberi in grado di bloccare la produzione di leucotrieni e prostaglandine, 2 sostanze chimiche del corpo che favoriscono l’infiammazione.
  • Il Ginkgo biloba, il cui estratto concentrato delle foglie di quest’albero fa aumentare il flusso di sangue e riduce il gonfiore.

Come mai ti ho parlato di infiammazione e gonfiore? Per spiegartelo bene occorre conoscere un po’ la zona del tunnel carpale. Nel polso sono presenti 8 piccole ossa, dal nome di “ossa carpali”. Queste ossa costituiscono la base di appoggio del nervo mediano, mentre il ponte, ovvero il soffitto del tunnel è costituito dal legamento chiamato flessore retinacolo, più comunemente legamento traverso del carpo. Puoi vedere visivamente il tutto in questa figura:

Vista in sezione base della mano con il passaggio del nervo mediano Come vedi, nell’area interessata passano i 9 tendini flessori, oltre al nervo mediano. Se in questa zona esiste una qualsiasi tipo di pressione, il nervo mediano verrà schiacciato con la conseguenza di dolore ed intorpidimento alla mano ed al polso della mano che sono i primi chiari sintomi del tunnel carpale.

Da cosa può essere provocata questa pressione?

Principalmente dai movimenti ripetitivi della mano e/o del polso, per esempio lavorare costantemente al pc, suonare la chitarra ecc. Di seguito voglio mostrarti un altro semplice esercizio che può darti un sollievo immediato usando i rimedi naturali del dottore Housang Seradge dell’università di Oklaoma. Grazie a questo esercizio puoi ottenere un sollievo immediato, non risolve il problema ma ti aiuta ad attenuare i sintomi del tunnel carpale con i suoi conseguenti dolori, praticalo più volte al giorno e ti sentirai subito meglio.

Ripeti ogni posizione almeno 5 volte rimanendo 5 secondi ogni volta.

  • Polso neutrale, dita e pollice in flessione.
  • Piega il polso all’indietro.
  • Polso neutrale, dita e pollice estesi.
  • Apri le dita.
  • Gira verso il davanti il palmo.
  • Con l’altra mano stretching al pollice tirandolo verso l’indietro.

Pratica quest’esercizio 2-3 volte al giorno, a me ha aiutato moltissimo ad alleviare i sintomi del tunnel carpale, sono sicuro darà un ottimo sollievo anche a te. Come vedi sono esercizi molto semplici, se senti troppo male o il dolore aumenta fermati subito. Questi esercizi aiutano a migliorare l’afflusso di sangue nella mano e portano a “sfiatare” la pressione al nervo mediano, portando un sollievo immediato.

Per qualunque informazione mi puoi contattare anche via email a info@tunnelcarpaleaddio.com

Alla tua nuova vita.

Max Manis

PS: si dice che la conoscenza è potere, è un detto molto veritiero. Ora sei a conoscenza di una valida alternativa per evitare l’ operazione. I sintomi del tunnel carpale possono essere individuati abbastanza facilmente. Dopo un’attenta visita dal dottore inizia subito un percorso per sistemare le cose evitando l’intervento chirurgico. Puoi seguire lo stesso mio percorso per liberarti dalla sindrome del tunnel carpale visitando questa pagina. Accedi direttamente con un click da qui.

Come eliminare la sindrome del tunnel carpale

Ciao a te che mi stai leggendo in questo momento. Permettimi di presentarmi, mi chiamo Max Manis e sono un uomo come molti altri che è riuscito ad uscire dal calvario della sindrome del tunnel carpale senza ricorrere ad alcun intervento chirurgico grazie ad un piano di semplici esercizi e rimedi naturali.

In quest’articolo voglio fornirti un esercizio pratico per provare subito un sollievo immediato ai dolori causati dalla sindrome del tunnel carpale che ti sta rendendo la vita impossibile. Come la maggior parte della gente, forse anche tu fino ad ora hai pensato che l’unica soluzione valida per risolvere questo problema fosse l’ intervento chirurgico, veloce e quasi indolore.

Peccato che quest’ intervento può portare a brutte sorprese a lungo andare. Questa è stata la leva principale che mi ha portato a trovare una valida alternativa per riuscire a guarire dalla sindrome del tunnel carpale senza eseguire l’intervento chirurgico. Dopo molte ricerche e tentativi più o meno positivi ho trovato un metodo che mi ha portato a risolvere in fretta questo problema e senza ricadute anche dopo mesi di distanza dai miei dolori.

Come si origina la sindrome del tunnel carpale?

Prima di spiegarti il tutto nei dettagli è doveroso farti una premessa importante per renderti consapevole di come sono riuscito a risolvere definitivamente questo problema. Tutto è iniziato con le ricerche su libri e in internet. Mi sono informato sull’anatomia del nostro corpo e, dopo aver capito il motivo reale della sindrome ho capito che la soluzione era dietro l’angolo. Può colpire soprattutto chi fa movimenti ripetitivi con la propria mano durante la giornata. Chi lavora al pc, chi ricama, chiunque effettua movimenti ripetitivi con le proprie mani è a rischio di imbattersi in questa patologia.

Lungo tutto il braccio fino ad arrivare nella prime 4 dita della mano escluso il mignolo scorre un nervo chiamato “nervo mediano”, all’altezza del polso. In quest’ area c’è la cosidetta zona del tunnel carpale, un passaggio attraversato dal nervo mediano. Lungo tutto il tragitto vicino al nervo ci sono muscoli, legamenti, tendini che, se infiammati a causa di queste azioni ripetitive, ostruiscono il passaggio del nervo nella zona del tunnel carpale, provocando pressione allo stesso e, di conseguenza, dolore all’altezza del polso, della mano o delle dita.

Un particolare da tenere in considerazione parlando della sindrome del tunnel carpale è che, per sentire dolore o intorpidimento o anche bruciore al polso o alla mano non serve che il nervo mediano sia ostruito e/o compresso solo nella zona del tunnel carpale, ma basta anche sia toccato in un qualsiasi punto per sentire la sensazione di dolore.

Di questo concetto parlo in maniera più approfondita in questa pagina di questo blog.

Relazione esistente tra il nervo mediano e l' intorpidimento della manoC’è un particolare a cui non si pone attenzione. Il nervo mediano parte dalle cavità ascellari e può essere compresso dai tendini, legamenti, muscoli vicini allo stesso in qualunque parte del suo tragitto. Ecco spiegato il perchè bisogna lavorare su tutto il percorso del nervo mediano e trovare la radice del problema. Con l’intervento si risolve il problema sulla superficie, con il rischio che questo si manifesti nuovamente dopo qualche anno in versione anche più acuta o, a volte, nemmeno si recupera tutta la forza della mano.

Ora la domanda più interessante potrebbe essere:

Qual’è la soluzione per eliminare la sindrome del tunnel carpale defintivamente?

La soluzione e’ lavorare su tutta la zona del tragitto del nervo mediano con esercizi ed una metodologia collaudata.

Ecco qui di seguito l’esercizio che per un sollievo immediato alla sindrome del tunnel carpale di cui ti parlavo all’inizio dell’articolo, seguilo con attenzione, è stato sviluppato da un dottore dell’università di Oklaoma.

video dimostrativo – esercizi del tunnel carpale

In piedi, braccia in avanti:

  • polsi all’insù (come se le mani fossero appoggiate contro il muro),
  • rilassate in avanti,
  • pugni chiusi,
  • pugni chiusi all’ingiù,
  • mani rilassate in avanti,
  • finish (scuoti la braccia per finire).
  • Ogni posizione almeno per 2- 5 secondi.

Per qualunque informazione riguardo la sindrome del tunnel carpale scrivimi via email a info@tunnelcarpaleaddio.com

Dedicato a te ed alla tua nuova vita.

Max Manis

PS: La sindrome del tunnel carpale può essere sconfitta con esercizi e rimedi naturali evitando l’intervento chirurgico. Il primo passo per iniziare il percorso di guarigione è quello di conoscere alcune importanti informazioni per renderti consapevole di quello che realmente puoi fare (e che funziona) per risolvere il problema alla radice. Scoprile subito da qui!

Come far passare la tendinite al polso

Ciao, mi chiamo Max Manis, un uomo come molti altri che è riuscito a venir fuori dalla sindrome del tunnel carpale senza ricorrere ad alcun intervento chirurgico e grazie ad un metodo completamente naturale. Con questo percorso che ho seguito sono riuscito a trovare degli esercizi per ottenere un sollievo immediato, e li puoi applicare anche se soffri di tendinite al polso, ed oggi voglio condividerne uno con te.

Soffri anche tu di tendinite al polso?

Prima di mostrarti come puoi ridurre drasticamente i tuoi dolori in sole 72 ore grazie ad un semplice esercizio e ritornare alle tue normali attività quotidiane, voglio renderti consapevole del problema che ti affligge per superarlo definitivamente. Vediamo subito cos’è la tendinite al polso e le principali differenze con la sindrome del tunnel carpale. Il fastidioso dolore si verifica quando un tendine si infiamma a causa di un uso eccessivo.

Come per il tunnel carpale, anche la tendinite al polso è causata spesso da movimenti ripetitivi come guidare molte ore, lavorare spesso al pc, suonare la chitarra e svariati lavori manuali. Per prevenire questo problema la prima cosa da fare è cercare di limitare la ripetitività di questi movimenti e fare comunque pause frequenti effettuando dello stretching.

Dolore causato dalla tendinite al polso

Alcuni esercizi per il polso possono aiutare a farti diminuire il dolore e recuperare in fretta la mobilità. Fai esercizi per il polso solo quando il dolore iniziale si è placato e se ogni esercizio ti provoca dolore, interrompi subito per evitare l’aggravarsi della tendinite al polso. Anche pochi minuti di esercizi più volte al giorno possono portare conforto e restauro. Voglio mostrarti adesso un ottimo esercizio di stretching grazie al quale il tuo dolore si allevierà dolcemente.

Esercizio per provare un sollievo rapido al dolore da tendinite da polso.

Ripeti ogni posizione almeno 5 volte rimanendo almeno 5 secondi per ciascuna.

  • Pugno laterale.
  • Dita in flessione.
  • Piega il polso all’indietro.
  • Apri le dita.
  • Gira il palmo verso davanti.
  • Con l’altra mano fai lo stretching al pollice tirandolo verso l’indietro e il basso.

La tendinite al polso non è da sottovalutare e bisogna cercare di prevenirla o, se si è già verificata, curarla il prima possibile. In più, se inizi a sentire formicolio, bruciore o intorpidimento alle dita della mano (tutte tranne il mignolo), cio’ vuol dire che il nervo mediano è molto probabile che sia stato compresso in qualche zona (presumibilmente nella zona del tunnel carpale), questo significa che sei a rischio di sindrome del tunnel carpale.

Puoi approfondire questo concetto leggendo l’articolo di questo blog.

Per evitare l’intervento chirurgico al tunnel carpale, puoi iniziare subito una serie di esercizi per migliorare l’afflusso di sangue e liberare lo spazio di passaggio del nervo mediano, oltre questo, gli esercizi ti aiuteranno anche con le infiammazioni generali e a ridurre la tendinite al polso (oltre a ridurre i sintomi del tunnel carpale qualora li avessi).

Per qualunque informazione riguardo la tendinite al polso e la sindrome del tunnel carpale contattami pure via email a info@tunnelcarpaleaddio.com

Alla tua nuova vita.

Max Manis

PS: la tendinite al polso è una patologia difficile da curare. E soprattutto, se ti si è infiammato un tendine, è importante prevenire una possibile infiammazione del nervo mediano, il nervo interessato dalla sindrome del tunnel carpale. Ecco come puoi ridurre in maniera drastica i tuoi dolori in appena 72 ore. Per scoprire come clicca qui.

Come evitare l’intervento al tunnel carpale

Ciao a te che mi stai leggendo in questo preciso momento, mi chiamo Max Manis e sono un uomo come molti altri, l’unica differenza è che sono riuscito ad evitare l’intervento al tunnel carpale e superare i dolori che mi affliggevano di continuo. So benissimo come ti senti, dolori lancinanti alla mano, notte insonni a causa del formicolio, la sensazione di bruciore che ti attanaglia ed ad un certo punto dici “basta, non ce la faccio più!”

Anche io ho pensato di ricorrere all’intervento per portar fine ai dolori, ma quando mi sono informato bene sui rischi nel lungo periodo, ho deciso di trovare una valida soluzione alternativa. Una soluzione che andasse a risolvere il problema alla radice, nel profondo, non in superficie. Devo dirti che ci sono riuscito ed ho evitato l’intervento al tunnel carpale grazie ad un metodo naturale che ho sviluppato personalmente dopo averne provati svariati nel corso della mia ricerca.

Vediamo subito perché è meglio evitare l’intervento al tunnel carpale.

Molto semplice, a nessuno piace essere messo sotto ai ferri, l’intervento consiste, in poche parole, nel tagliare alcuni legamenti che circondano il tunnel carpale, al fine di ridurre la compressione del nervo mediano (il nervo interessato riguardo ai dolori che provi). Di seguito ti mostro una lista delle possibili conseguenze che si possono verificare dopo l’intervento al tunnel carpale.

  • Spesso passano mesi e mesi prima di tornare operativi al 100% con l’utilizzo della mano operata.
  • Molte volte non si riesce a recuperare tutta la forza della mano operata con l’ intervento al tunnel carpale, quindi non si riesce a sollevare oggetti come prima con tutti i disagi che questo può portare.
  • Poche volte le complicazioni possono essere peggiori, come scosse, freddo gelido e dolori che non passano senza antidolorifici, con la conseguenza di trovarsi in condizioni ancora più gravi rispetto a seguito dell’ intervento. E magari ci si trova di fronte a dover “impasticcarsi” di creme, pomate, antidolorifici e tutte sostanze chimiche (e si sa, non fanno mai bene al proprio corpo, soprattutto se in quantità elevatissime).
  • L’ intervento al tunnel carpale provoca una cicatrice dove viene effettuato, quest’ultima, a lungo andare si farà sentire (fra mesi o qualche anno), dato che è tessuto connettivo puro molto rigido che attira verso di se i tessuti circostanti.
  • La mano può rimanere gonfia, arrossata e potresti provare dolore a muoverla anche dopo 2 mesi dall’intervento al tunnel carpale.

Cicatrice a livello del polso dopo intervento al tunnel carpaleAndiamo un po’ più nel dettaglio per capire perché è meglio evitare l’intervento al tunnel carpale. 

Per capire bene come si può evitare l’intervento chirurgico grazie a dei semplici esercizi naturali, dobbiamo analizzare un l’anatomia della zona del tunnel carpale. Ci sono 8 piccole ossa del polso, chiamate “ossa carpali”, queste ossa costituiscono la base del tunnel carpale. Un legamento chiamato flessore retinacolo, detto anche più comunemente legamento traverso del carpo, costituisce il soffitto del tunnel, detto “il ponte”.

Ecco una figura per farti capire bene:

Area della mano interessata dallo schiacciamento del nervo mediano

Attraverso il tunnel carpale passano i 9 tendini flessori, oltre al nervo mediano.
Se questa zona presenta un qualsiasi tipo di pressione, il nervo mediano verrà schiacciato con conseguente dolore e intorpidimento alla mano ed al polso. Semplici movimenti ripetitivi del polso o della mano, come lavorare al computer, suonare uno strumento musicale, lo sport, o anche lavorare a maglia, possono provocare gonfiore nella zona del tunnel carpale.

Abbiamo visto prima che l’intervento al tunnel carpale consiste nel tagliare dei legamenti per aumentare lo spazio di passaggio del nervo mediano. Ma se si potesse aumentare lo spazio necessario al passaggio normale del nervo semplicemente riducendo la pressione nella zona del tunnel carpale, non sarebbe migliore rispetto a ricorrere all’intervento chirurgico?

Per evitare l’intervento al tunnel carpale ti mostro un semplice esercizio da applicare subito.

Per provare la sensazione di benessere ed iniziare il processo di guarigione evitando l’intervento al tunnel carpale, esegui l’esercizio del dottore Housang Seradge dell’università dell’Oklaoma, così come mostrato nel video. Non è niente di complicato e ti richiede solo un po di costanza e pratica. Ripeti ogni posizione almeno 5 volte rimanendo al minimo 5 secondi per ciascuna.

  • Polso neutrale, dita e pollice in flessione.
  • Piega il polso all’indietro.
  • Polso neutrale, dita e pollice estesi.
  • Apri le dita.
  • Gira verso il davanti il palmo.
  • Con l’altra mano stretching al pollice tirandolo verso l’indietro.

video esercizi – tunnel carpale 


Questa manovra ti aiuterà a provare sollievo veloce ai tuoi fastidiosi dolori, da qui inizierai a capire che evitare l’intervento al tunnel carpale si può, bastano alcuni semplici esercizi uniti alla costanza ed alla pratica (come quando vai in palestra) per riuscirci. Puoi visionare e mettere in pratica un’altro semplice esercizio che trovi su questa pagina.

Come puoi capire e come hai potuto leggere dall’articolo io sono contrario all’intervento al tunnel carpale. Sono riuscito a risolvere il mio problema grazie ad un metodo completamente naturale che ho deciso di condividere con te. Puoi accedere alla pagina di presentazione da qui.

Per qualunque informazione riguardo come evitare l’intervento al tunnel carpale e guarire con i rimedi naturali, mi puoi contattare anche via email a info@tunnelcarpaleaddio.com.

Alla tua nuova vita.

Max Manis

PS: Evitare l’intervento tunnel carpale si può. Basta seguire alcuni semplici passi. Come primo step, ti suggerisco caldamente di capire i danni di un possibile intervento chirurgico e anche come puoi evitarlo provando sollievo già nelle prossime 72 ore. Puoi vedere la presentazione del primo ed unico sistema completamente naturale per eliminare la sindrome del tunnel carpale accedendo dalla parte alta o bassa di questo sito.